Sondaggio Nomine Folli

I RISULTATi DEL MIO SONDAGGIO “LE NOMINE PIÙ FOLLI”
3a classificata: 
Greta Thunberg, Presidentessa dell’Associazione per la Promozione dei Combustibili Fossili; 
2° classificato:
Papa Francesco, Presidente dell’Organizzazione della Conferenza Islamica; 
1° classificato:
Silvio Berlusconi, Presidente della Repubblica Italiana (e di conseguenza, presidente del Consiglio Superiore della Magistratura).

Cosa è successo ai britannici di una volta?


Ci furono tempi in cui gli inglesi facevano i propri interessi con estrema serietà, anche a costo di creare problemi permanenti in intere aree del mondo – prima fra tutte il Medio Oriente, e non solo. Secondo alcuni storici, furono tanto seri da lasciare che i tedeschi distruggessero Coventry per non fare capire al nemico che erano riusciti a comprendere il funzionamento di Enigma, la macchina con cui i nazisti codificavano i loro messaggi. 
Oggi stanno dimostrando, di fronte a una emergenza come quella del COVID19, una insospettabile indisciplina; e il loro degno premier Boris Johnson – sì, quello che voleva perseguire l’immunità di gregge e ha cambiato idea sotto il peso dei morti – se ne vanta dicendo che è solo perché loro amano la libertà più degli italiani e dei tedeschi, e quindi non si sottomettono con uniformità a regole imposte. 
Bravo il nostro Presidente Mattarella: “Anche noi italiani amiamo la libertà ma abbiamo a cuore anche la serietà”. 
Da qualche parte nell’aldilà, Churchill si sarà mangiato il sigaro per la rabbia.

Ciccio, sono morti tuo padre e tua madre

“Ciccio, sono morti tuo padre e tua madre…”
Lo spread che venerdì era schizzato in alto oggi scende un po’; il MIB 30 che era crollato sale un pochino. Qualcuno giubila, ma a me viene da ridere perché mi ricordo improvvisamente una vecchia barzelletta che concludeva così: “Ciccio, sono morti tuo padre e tua madre. Nooo Ciccio, non ti preoccupare: solo tuo padre”.
AGGIORNAMENTO DELLE 17:30:
la borsa ha bruciato rimbalzo e lo spread è tornato a salire. Dite a Ciccio che la mamma sta male.

Una nuova campagna demografica?

Salvini vorrebbe – giustamente – che gli italiani facessero più figli.
Quando ci provò Mussolini con la sua campagna demografica, rimase deluso, e sembra che la moglie Rachele gli abbia detto:
“Benito, è più facile comandare un popolo di coglioni che i coglioni di un popolo”.
Scusate la volgarità, ma la storia è storia. Ed è meglio ricordarsela… chissà, magari è utile.