BOMBE A OROLOGERIA


Ogni volta che una parte politica si trova al centro di uno scandalo portato alla luce da giornalisti in prossimità di elezioni, grida alla “bomba a orologeria”. 
Fino a qualche tempo fa mi limitavo a pensare: “Per me la cosa veramente importante, da cittadino, è essere informato. Peggio per i responsabili dello scandalo che forniscono il materiale esplosivo; la colpa è loro, non di chi aggiunge l’innesco e il timer”. 
Oggi la penso in un modo ancora più radicale: visto lo stomaco da struzzo e la memoria da criceto di molti elettori capaci di digerire qualsiasi cosa e dimenticarsele nel giro di poco tempo, ben vengano le bombe a orologeria giornalistiche ben documentate fatte esplodere in prossimità di elezioni. 
Così magari la gente si dà una svegliata, non ha il tempo di digerire e dimenticare, e castiga i responsabili nell’urna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *