Quando un uomo con un ragionamento incontra un uomo con uno slogan

Quando un uomo con un ragionamento incontra un uomo con uno slogan, l’uomo con il ragionamento non può sperare di convincerlo, può solo mandarlo a quel paese.
Se gli uomini che parlano per slogan diventano troppi, è la morte della democrazia: ma se si arriva a questo, è segno che la democrazia era malata da tempo e nessuno aveva fatto niente per salvarla.
CB

L’evoluzione delle tre F

Ferdinando II di Borbone diceva che il regno delle Due Sicilie si governava con le tre F: Festa, Farina e Forca.
Duecento anni dopo, la prima è rimasta – vedere il Festino di Palermo; la Farina pure, ma solo per gli “amici”. A essere scomparsa è solo la Forca. Per fortuna. Però mi piacerebbe reintrodurne la versione incruenta: la gogna.
E non parlo di gogna mediatica, che ormai non fa più impressione a nessuno, ma proprio una bella gogna montata al centro di una piazza, in cui criminali e amministratori incapaci e infedeli al loro mandato fossero esposti agli sberleffi della gente vittima dei loro comportamenti. Lo so, non si può fare per mille motivi. Ma sognare è permesso, o no?

Il blabla iperbolizzato

“Il dramma della nostra epoca è che la stupidità si è messa a pensare”.
Jean Cocteau
“…E ora, con i social, riesce a comunicare a tutti quello che ha pensato”.
Carlo Barbieri

Roma e il Decoro Urbano

Nella prima foto, il decoratissimo Nucleo Decoro Urbano di Roma, sulla nota arteria Cristoforo Colombo, non lontano – per intenderci – dalle Terme di Caracalla. Nella seconda, sempre sulla Colombo, a due passi dal suddetto Nucleo Decoro Urbano, una signorina al lavoro in tenuta estiva.
Immagino faccia parte del decoro urbano.
Insomma, se la Palermo di Orlando ha il suo decorosissimo parco della Favorita, la Roma della Raggi non è da meno.
Complimenti alle due Capitali. E siete pregati di non fare giochi di parole sulla cul-tura.